Quale shampoo scegliere, consigli pratici per i principali problemi della cute

Quale shampoo scegliere

Come scegliere lo shampoo giusto?

Una delle domande che ci sentiamo rivolgere più spesso, è quale shampoo devo scegliere per i miei capelli?
Sembra una scelta facile e magari banale, ma chi ha provato ad utilizzare uno shampoo non indicato per la sua cute e per le sue lunghezze sa che non è proprio cosi!
Partiamo dall’inizio, su quali criteri posso basare la mia scelta?
Direi su due macro categorie:
Cute, quindi scegliere un prodotto con delle indicazioni specifiche per delle problematiche, come eccesso di sebo, forfora, prurito…
– Capelli, quindi la nostra scelta sarà più rivolta alla tipologia di capelli e alla finalità estetica che vorremmo ottenere
Quale criterio preferire?

Il più urgente o problematico, mi spiego meglio…
Se ho un anomalia della cute che mi crea quantomeno un disagio, come può essere la forfora, il prurito o l’eccesso di sebo, dovrò indirizzare la mia scelta su uno shampoo “curativo”, o che abbia una specificità per il mio problema.
Se invece sono tra i fortunati che non hanno nessun problema di cute, o magari sono in un periodo in cui la mia cute, “fa la brava”, sceglierò un prodotto che renda i miei capelli più setosii, vaporosi o lisci…

Quale shampoo scegliere

Oggi parliamo delle problematiche della cute, e vediamo quali sono i migliori suggerimenti:

Cute e capelli grassi:

insieme alla desquamazione è una delle problematiche che più di frequente, ci vengono sottoposte in negozio.
Si tratta di un’iper-produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee, situate sotto la nostra cute.
Una quantità fisiologica di sebo, è normale e auspicabile, consente di mantenere in equilibrio il film idro-lipidico, che riveste appunto la cute, con funzione protettiva e lubrificante.
Le cause sono moltissime, alcune legate a fattori ormonali legati all’età (è infatti molto frequente riscontrare questo problema sugli adolescenti) altre legate più banalmente ad “errori” della nostra beauty routine.
Lavaggi troppo frequenti, detersioni troppo aggressive, utilizzo di prodotti non indicati…
I fattori possono essere veramente tantissimi.
A peggiorare la situazione, è il circolo vizioso che si crea, ossia vedo i capelli grassi e li lavo, prima ogni due giorni, dopo poco tempo però sono costretta a lavarli tutti i giorni, e già a sera ho i capelli “sporchi” o non in ordine come vorrei.
Per migliorare in modo visibile il problema sarebbe sufficiente ridurre il numero di lavaggi, ma ad oggi non ho mai trovato una cliente disposta a vedersi con i capelli non in ordine anche solo per un giorno!
quindi cosa si può fare?
Possiamo utilizzare uno shampoo antigrasso, effettuando uno solo shampoo, non due o tre, una volta a settimana, magari preceduto da un fango detox per capelli, ma idratante.
E’ infatti importantissimo idratare la cute, perchè limita la iper produzione di sebo.
Gli altri lavaggi, consiglio di effettuarli, con uno shampoo lenitivo, che abbia agenti lavanti delicati, e risulti meno aggressivo sulla cute.
Se poi mi sento molto coraggiosa e determinata, e riesco ad allungare il tempo, tra un lavaggio e l’altro, anche di poco, in breve riuscirò ad ottenere ottimi risultati.
Un consiglio che diamo spesso, per cercare di allungare i tempi, è di utilizzare uno shampoo secco il giorno successivo al lavaggio, in modo da iniziare ad abituarci a non lavarli tutti i giorni.
Mediamente le clienti che hanno avuto il “coraggio” di seguire questi semplici suggerimenti, hanno ottenuto ottimi risultati già nelle prime due settimane.

Forfora e desquamazione:

so che sono due problematiche separate, ma vengono spessissimo confuse.
La desquamazione è molto più frequente rispetto alla forfora, e nella maggior parte dei casi, deriva da eccessiva secchezza della cute.
Può dipendere dall’utilizzo di prodotti chimici, come le tinte, le permanenti, o anche più semplicemente da lavaggi troppo frequenti.
La soluzione solitamente è molto veloce e pratica… Noi consigliamo di utilizzare uno shampoo lenitivo, solitamente con pochissimi lavaggi si ottengono ottimi risultati.
Nel caso non sia sufficiente, basterà aggiungere una volta ogni 15 giorni un fango pre shampoo idratante, l’equivalente della maschera per il viso…
Nel caso invece sia forfora, è necessario utilizzare uno shampoo antiforfora specifico, solitamente a base di zinco piritione o piroctone olamine.
Sono i due attivi che di solito si trovano in quasi tutti gli shampoos anti forfora.
Da poco sono presenti in commercio, degli shampoos più delicati ma altrettanto efficaci, che contengono complessi vegetali in grado di inibire i lieviti responsabili della formazione della forfora.
In caso di forfora grassa o a placche, per facilitare la pulizia della cute, spesso è utile utilizzare un peeling antiforfora, prima dello shampoo.
E’ come lo scrub che solitamente utilizziamo sul viso, si applica su capelli bagnati, e si massaggia.
Quindi si risciacqua e si procede con lo shampoo, sempre uno solo, alternandolo durante la settimana con uno lenitivo o per lavaggi frequenti.
Non è quasi mai necessario utilizzare sempre lo shampoo antiforfora.

Prurito:

solitamente è una problematica che riguarda più gli uomini che le donne, molto spesso dovuta ai lavaggi quotidiani, con il primo prodotto che si trova in doccia, che sia bagno schiuma o altro, l’importante che faccia schiuma 🙂
Non è quasi mai un fastidio continuo, ma si riscontra principalmente nei cambi di stagione, e in particolare in primavera e autunno.
Il consiglio anche in questo caso è quello di utilizzare un buono shampoo lavaggi frequenti quindi molto delicato, o uno shampoo lenitivo.
Solo nei casi più forti, noi consigliamo o una lozione dermocalmante, o un fango con Caolino ,che ha un forte potere anti-infiammatorio e anti-arrossante.

Due conisigli pratici per effettuare lo shampoo in modo corretto:

– utilizzate poco shampoo, se utilizzate uno shampoo professionale, normalmente con meno di 5ml di prodotto si possono effettuare due lavaggi.
– fate sempre un solo shampoo, penso che nessuna di voi si lavi il viso due volte di seguito, non vedo perchè dovreste farlo con i capelli
– applicate lo shampoo solo su cute molto molto ben bagnata

Nei prossimi giorni parleremo di quale shampoo scegliere per le nostre lunghezze
Per qualsiasi curiosità o approfondimento, scriveteci nei commenti.

Ricordate di seguirci su Facebook e instagram

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here