Inebrya ha da poco presentato Sakura, la nuova linea di trattamento per capelli secchi, sfibrati, decolorati e trattati.

Il nome è sicuramente un ottimo auspicio, infatti la fioritura dei Sakura (fiore di ciliegio) nella cultura giapponese, rappresenta un momento di rinascita e di forza generatrice.

La linea Sakura nasce proprio con questo obiettivo: rigenerare cute e capelli con un unico trattamento.

La linea è formulata con un nuovo concetto, di cura e attenzione, non solo al risultato ma anche agli ingredienti e all’ambiente.

linea sakura trattamento capelli danneggiati

Principali caratteristiche

  • 100%vegan
  • i prodotti sono formulati con oltre il 90% di ingredienti di origine naturale
  • non contiene paraffina, parabeni, siliconi e nemmeno SLES e SLS
  • realizzata con l’innovativa formula “water saving”
  • contenuto percentuale di attivi altissimo
  • le confezioni sono realizzate in PET

Ciò che più mi ha colpito nell’utilizzo del prodotto, oltre al risultato ovviamente, è la sensazione avvolgente che regala durante l’uso.

Le prime note olfattive , sono un esplosione di fiori e spezie aromatiche, che cedono poi il campo ad un fragranza di ambra e muschio, che persiste sui capelli lungo, regalando un’esperienza un’unica.

Le texture dei tre prodotti, leggere e soffici, facilissime da applicare e risciacquare, rendono il rituale Sakura, un momento di relax, quasi una coccola.

Rituale Sakura per capelli fini

Il rituale inizia con l’applicazione della maschera, sulla cute e sulle radici massaggiandola in senso contrario alla crescita dei capelli.

La maschera oltre a rigenerare la cute, idratandola in profondità, effettua anche un leggero scrub purificante che prepara ai trattamenti successivi.

Inoltre regala un’effetto volume anche sui capelli più sottili e fini.

Si passa poi alla detersione, è sufficiente inumidire i capelli prima di applicare lo shampoo.

Una schiuma ricca e densa, avvolge la cute e i capelli, idratando in profondità e amplificando l’effetto rigenerante della maschera.

L’ultima fase del rituale, almeno per chi ha i capelli fini, è l’applicazione del Restorative oil , ne basterà qualche goccia sui capelli tamponati, prima di asciugarli, per ottenere una lucentezza incredibile.

E’ possibile ri-applicare l’olio anche su capello asciutto, prima di procedere allo styiling desiderato con la piastra.

Per chi invece ha la fortuna di avere un capello medio/grosso, è possibile, anzi consigliato applicare la maschera anche sulle lunghezze dopo lo shampoo, massaggiandola contro squama, e poi risciacquarla.

Ricorda di seguirci su Facebook e instagram, per rimanere aggiornata su tutte le novità del mondo capelli