come si applica lo smalto semipermanente

Come si applica lo smalto semipermanente?

Vediamo insieme quali sono i prodotti e gli strumenti necessari per una perfetta manicure con il nostro semipermanente! 

La buona notizia, e che per un’esecuzione perfetta, hai bisogno di pochissimi prodotti e strumenti.

Partiamo con i prodotti obbligatori per l’applicazione del semipermanente:

  1. Pre nail, deidrante o in casi particolari primer
  2. Base-top
  3. Colore

Strumenti:

  1. buffer
  2. spingicuticole
  3. pads
  4. cleanser

Questo è tutto ciò che ti serve per un’applicazione perfetta e duratura.

Preparatori

Alla prima categoria, cosiddetta dei preparatori, appartengono tutti i prodotti che servono a migliorare l’adesione del colore, anche su unghie difficili e problematiche, come ad esempio unghie  iperidrotiche, onicofagiche o molto sottili etc.etc.

Sono prodotti che asciugano all’aria, non necessitano quindi dell’uso della lampada.

Pre nails e deidratanti, sono lo stesso prodotto, e possono essere utilizzati su tutti i tipi di unghie senza creare alcun tipo di problema.

I primer invece sono sostanze acide, che tendono ad assottigliare la lamina ungueale, per cui sono da utilizzare con molta parsimonia e attenzione, e soprattutto mai su unghie già molto sottili o striate.

Le basi

E’ un prodotto fondamentale, perché è responsabile dell’adesione del colore all’unghia. E’un prodotto che necessita di catalizzazione e quindi di un passaggio in lampada.

In questa categoria, rientrano diverse tipologie di prodotti, con usi e funzioni leggermente diversi uno dall’altra.

  1. Basi- top sono le più diffuse, permettono sia di mantenere il colore attaccato all’unghia, che di sigillarlo. Si applicano subito dopo i preparatori, si catalizzano, e poi si riappaiano dopo la stesura del colore, come un normale top coat. La durata media sull’unghia è di 18 giorni
  2. Basi peel Off, sono le basi ideali, per chi non vuole aver difficoltà nella rimozione. Infatti non necessitano ne di solventi, ne di limatura per essere rimossi. Basta uno spingipelle. Non richiede la limatura iniziale, può essere applicato direttamente sull’unghia. Durata media 7-12 giorni!
  3. Basi Gum Effect o Livellanti: sono basi in grado di dare volume all’unghia, nascondendo le piccole imperfezioni presenti. Nella maggioranza dei casi possono essere utilizzate anche come top. Sono molto indicate per chi utilizza molto le mani, hanno infatti una resistenza decisamente superiore, e non si rovinano con l’utilizzo continuo di detersivi, profumi o prodotti chimici in genere. Durata fino a 30 giorni
  4. Basi stucture&shine: sono le ultime nate, e rappresentano una bellissima novità, infatti consentono di uniformare, livellare le imperfezioni e inoltre permettono di eseguire piccoli allungamenti, con l’ausilio della cartina, o piccole “riparazioni”di unghie sbeccate. Durata fino a 30 giorni

Come si applica lo smalto semipermanente:

Step by step

  1. passare il buffer su tutte le unghie con particolare attenzione alla zona delle cuticole. L’unghia deve risultare “opaca” in modo omogeneo.
  2. rimuovere l’eccesso di polvere della limatura, con uno spazzolino o un pad
  3. applicare il preparatore che abbiamo scelto, pre nail o deidratante
  4. stendere la base, stando attenti di non applicare il prodotto sulle cuticole, polimerizzare il tempo necessario.
  5. applicare il colore scelto, e catalizzarlo
  6. se necessario applicare la seconda mano di colore
  7. applicare il top, e procedere con la polimerizzazione
  8. aspettare 30 secondi prima di sgrassare con il cleanser

Questa procedura di applicazione dello smalto semipermanente, è standard ed è valida per tutti i tipi di smalto in commercio.

La preparazione dell’unghia è il punto più importante per la durata del vostro smalto semipermanente.
Consiglio per una perfetta applicazione:

Non eseguire la manicure tradizionale lo stesso giorno dell’applicazione del semipermanente.

Nel caso sia necessario effettuare il servizio manicure contemporaneamente alla stesura dello smalto, ti consiglio la dry manicure o manicure russa.

Il corso di dry manicure, è un corso gratuito che abbiamo tutti i mesi, ti consiglio vivamente di parteciparci.

Solo nel caso si decida di applicare una base peel off, non è necessario, anzi è sconsigliato bufferizzare l’unghia, durante la preparazione!

Metodi di rimozione dello smalto semipermanente

Tranne che per le applicazioni effettuate con le basi peel-off, per cui basta spingere lo smalto con un bastoncino di arancio, in tutti gli altri casi è necessario utilizzare una delle seguenti modalità di rimozione:

  1. Limatura: è una delle tecniche più rapide e meno invasive. Si consiglia una lima con grana da 180 in su. Per chi ha una buona manualità con la fresa, ed è in possesso delle giuste punte, la rimozione può essere effettuata anche in questo modo, senza creare danni.
  2. Ammollo😮 impacco con remover o acetone puro non rettificato. Sono necessari dai 5 ai 15 minuti di applicazione a secondo della tipologia di smalto semipermanente applicato. Per abbreviare i tempi consigliamo, di bufferare comunque, la parte lucida di prodotto da tute le unghie e successivamente immergere le unghie nel solvente.
  3. Steamer, è sicuramente il modo migliore per rimuovere il semi-permanente in totale sicurezza. Si tratta di un apparecchio che riscalda il remover, e permette di eliminare il semi permanente senza che le unghie entrino a contatto con il liquido, ma solo con i vapori generati. Richiede circa 10 minuti di tempo.

Curiosità e domande frequenti

Il semipermanente rovina le unghie?

No assolutamente.

Quello che può creare “danni” alle unghie, sono le modalità di applicazione e rimozione errate.

Le uniche due fasi delicate, infatti sono la preparazione dell’unghia e la rimozione. Durante queste fasi, se l’operatrice, non presta attenzione e utilizza la lima, o la fresa in modo errato o troppo aggressivo può danneggiare la lamina ungueale assottigliandola eccessivamente.

I semipermanti sono prodotti, sicuri, non contengono solventi, ne altre sostanze potenzialmente pericolose.

Il semipermanente rinforza l’unghia?

Anche in questo caso la risposta è no.

A causa della sua struttura, formata da più strati di cheratinociti sovrpposti, non è possibile rinforzarla.

E’ però molto consigliato, applicare un semipermanente, per aumentare la resistenza delle unghie fragili, alla rottura.

Infatti per questo è bene consigliarlo a chi decide di rinunciare alla ricostruzione dopo molto tempo, e probabilmente si troverà con unghie estremamente sottili

Il semipermanente fa respirare l’unghia

L’unghia essendo un’insieme di lamelle cornee, non respira e non ha necessità di farlo.

Quindi si può applicare il semipermante sempre, senza timore

 

Ti consiglio di partecipare al nostro corso smalto semipermanente, ti sveleremo tutti i segreti per un’applicazione perfetta, e in più è gratuito!

Se sei interessata alle novità del mondo nails ricorda di seguirci su facebook e instagram